UKinITALY: l’Ambasciatore britannico Jill Morris parla di noi!

Per un paese come il Regno Unito è fondamentale promuovere la lingua come strumento di scambio culturale: si tratta di riconoscere l’importanza della comunicazione e delle relazioni internazionali per creare nuovi ponti e nuovi incontri tra paesi diversi. Per questo l’Ambasciata Britannica in Italia è lieta di supportare dei percorsi formativi che si rivolgono ai bimbi, teenager e agli adulti, in collaborazione con il territorio e gli enti locali come le scuole materne come il progetto di lettura Amazing Readers Pearson.
“È davvero motivo d’orgoglio per me apprendere di come i bimbi della Scuola Materna di San Salvatore in Varese si siano avvicinati alla giovanissima età di 3, 4 anni al programma Amazing Little Readers di Pearson Italia ” commenta l’Ambasciatore britannico Jill Morris: “Sono in assoluto la classe più giovane in Italia e colgo l’occasione per augurare loro buon divertimento con l’apprendimento della lingua inglese. Sono certa che ameranno le avventure di Winnie the Pooh, una storia che ci avvicina anche all’amore per la natura e la sostenibilità, valori tanto importanti nelle nostre culture. La mia frase preferita di Winnie the Pooh? “Un giorno senza una risata è un giorno sprecato!””
Da Marilena Ferrario, Coordinatrice della Scuola dell’infanzia parrocchiale SAN Salvatore (Malnate, VA): “Uno dei principali obiettivi che, come insegnante e coordinatrice di una scuola materna, ho sempre ritenuto indispensabile perseguire è stato quello di rendere i bambini il più aperti possibile a tutto ciò che è nuovo, a volte strano, a volte incomprensibile, a volte difficile. Spalancare la mente verso altre culture, altre paesi, altri idiomi, altri suoni, è un’opportunità che va coltivata sin da piccoli, per costruire l’idea di una multiculturalità carica di benefici, annullando distanze e creando occasioni di confronto sano. Avvicinarsi a ciò che è diverso, superando le paure, la frustrazione e lasciando libera la curiosità, viva e vigile dei bambini: questo il senso di un percorso di lingua inglese all’interno della scuola dell’infanzia. Quest’anno abbiamo avuto l’onore e l’opportunità di conoscere questo importante progetto Amazing Little Readers tramite una famiglia della nostra scuola che in poco tempo ha voluto onorarci della possibilità di partecipare a questo percorso di lingua inglese, offrendo liberamente testi, materiale ludico ed interattivo per imparare giocando con i pari. Il nostro entusiasmo ci ha spinti ad accettare con gratitudine e, a breve, le nostre tre sezioni di scuola dell’infanzia, con bambini dai 3 ai 6 anni, inizieranno a intraprendere un nuovo cammino.
“Siamo onorati di essere la scuola con gli utenti più piccoli a cui proporre il progetto Amazing Little Readers, ma sono sicura che la guida preziosa delle insegnanti e il supporto del materiale di cui potremo avvalerci renderà questa esperienza di valore. Un 2020 che si conclude quindi con un grande regalo: conoscere per essere liberi.”
Concordano i genitori della classe: “Da genitori riteniamo che dare ai nostri figli la possibilità di imparare l’inglese sin da piccoli sia come consegnargli le chiavi di una porta che si spalanca ad un mondo di nuove opportunità, stimolarlo ad avere nuove prospettive ed abbracciare con curiosità culture diverse. A questa età i bimbi sono spugne che assorbono le informazioni intorno a loro con estrema rapidità e facilità privi di condizionamenti artificiali. Il progetto Amazing Little Readers permette di approcciarsi all’inglese con intuizioni e attraverso il gioco con altri bimbi rendendo la lingua un importante strumento di comunicazione e condivisione. Imparare un’altra lingua significa anche sviluppare il senso di rispetto verso l’altro, elemento alla base di una crescita sana e sostenibile per le nuove generazioni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *